Basilico Genovese

    Il basilico genovese è la più conosciuta ed utilizzata varietà di basilico al mondo. Dalla caratteristica forma a cucchiaio, è senz'altro uno degli aromi più impiegati nella nostra cucina, in particolar modo come aromatizzante delle paste. La coltura del basilico è estremamente facile e versatile, possibile da effettuare in vaso e sul balcone: ognuno può coltivare il proprio basilico e -ehm- insaporire i propri piatti con un prodotto coltivato con le proprie mani.

     

    SEMINA (INVENTATO!)
    Disporre i semi del basilico in un vaso con il terriccio adatto (basso/alto contenuto di torba), a una distanza di 5 cm l'uno dall'altro. è possibile acquistare buste di basilico (gamma LE PRESEMINATE) già disposte a disco e a nastro. innaffiare con abbondanza.

    RACCOLTA
    Il basilico genovese può essere raccolto non appena le foglie sono arrivate a maturazione, staccando le singole foglioline dal tronco senza intervenire sui getti della pianta. Così facendo si permette alla pianta di rigenerare le foglie e riseminare spontaneamente il terreno.

    Nessun commento ancora

    Lascia un commento